L’esperienza di Sheila

Lei è Sheila! Nel 2016 subisce un ictus cerebrale in sede capsulo-nucleare sinistra con conseguente compromissione motoria all’arto superiore e all’arto inferiore destro e del linguaggio.

Dopo circa un anno di terapia tradizionale molti professionisti le comunicano la possibilità di non recuperare più, facendo crollare le sue aspettative di tornare ad avere una vita autonoma.

Sheila conosce la Riabilitazione Neurocognitiva ed inizia un importante percorso per il recupero del cammino e delle azioni dell’arto superiore.

Percorso intenso che la vede viaggiare molto per raggiungere il Centro NeuroRiab in quanto proveniente da fuori regione. All’inizio le sedute sono stancanti, ma i primi risultati danno lo slancio per continuare la riabilitazione con determinazione.

Sheila settimana dopo settimana, mese dopo mese, anno dopo anno recupera sempre più, compiendo azioni che lei stessa pensava ormai perse per sempre.

E a distanza di 6 anni dall’evento, compie la sua grande impresa. Un’impresa a dir poco impossibile se non avesse continuato a lavorare con determinazione attraverso percorsi specifici di riabilitazione!

Sheila parte per il Cammino di Santiago! Un cammino in solitaria! Un cammino con tanta gioia nel cuore e zaino sulle spalle!

Lo staff di NeuroRiab le dedica alcune frasi di una poesia di Antonio Machado che il Prof. Perfetti citava spesso proprio in riferimento al cammino, inteso in senso ampio!

Caminante, son tus huellas el camino, y nada mas; caminante, no hay camino, se hace camino al andar. Al andar se hace camino, y al volver la vista atrás se ve la senda que nunca se ha de volver a pisar.Caminante, no hay camino, sino estelas en la mar.

Traduzione: Viandante, sono le tue impronte il cammino, e niente più, viandante, non c’è cammino, il cammino si fa andando. Andando si fa il cammino, e nel rivolger lo sguardo ecco il sentiero che mai si tornerà a rifare. Viandante, non c’è cammino, soltanto scie sul mare.

Buon cammino!

Articoli suggeriti

La persona con patologia neurologica al centro della cura

Per rispondere alle esigenze della persona con neurolesione e della sua famiglia, il lavoro in équipe è la modalità operativa più adeguata: il gruppo di lavoro …

leggi tutto

L’uomo non è una macchina

Lo scorso fine settimana il nostro responsabile si è recato a Madrid ed ha avuto la possibilità di visitare il famoso museo del Prado. In questa …

leggi tutto